La Famiglia Lasalliana del Pio XII nasce nel 1990, succedendo all’AGESC che già da molti anni era attiva nell’Istituto e inglobando l’Associazione degli ex alunni. Tale formula venne adottata dopo attenta e ponderata analisi, al termine della quale si decise di evitare la frammentazione in più Associazioni (come gli Ex Alunni o quella dei Genitori), optando per un’unica organizzazione che inglobasse tutte le componenti (Fratelli, docenti, genitori, alunni, ex alunni).

Lo scopo era quello di costituire una famiglia di lasalliani dove, proprio come in una famiglia composta da genitori, figli, nonni… ciascuno, pur conservando la propria identità, è, nello stesso tempo parte integrante, inscindibile ed attiva di un unico corpo.

L’Associazione ha uno Statuto che ne regolamenta l’organizzazione e ne fissa le finalità e le linee guida:

  • Aprirsi ed aiutare coloro che desiderano conoscere più da vicino la spiritualità e la pedagogia lasalliana.
  • Facilitare le occasioni di incontro, il nascere ed il crescere delle amicizia, per costruire una famiglia nello spirito del Fondatore.
  • Adoperarsi affinché l’Istituto Pio II sia sempre più un centro di vita ecclesiale.
  • Difendere la scuola cattolica e, in particolare, sostenere le opere dei Fratelli delle

    Scuole Cristiane e promuovere nuove vocazioni lasalliane.

  • Attuare iniziative per la formazione dei propri associati sui principi evangelici e la pastorale della Chiesa.
  • Promuovere attività di formazione per i giovani attraverso iniziative di volontariato verso i più deboli e indifesi.

Tra i Soci annoveriamo un Affiliato all’Istituto dei Fratelli delle Scuole Cristiane, il sig. Felice Mengassini; quattro “stelle d’oro al merito lasalliano”, la signora Franca Fanelli Micò, il sig. Felice Mengassini, la signora Flora Giordano e il sig. Lamberto Epifani; una “Benemerita lasalliana”, la sig.a Maria Antonietta Verdecchia; due “Signum Fidei”, la sig.a Isaura Pileri e il sig. Gaspare Rossi.

Il Comitato Direttivo, aperto a tutti gli iscritti, si riunisce almeno a cadenza mensile, per programmare ed organizzare le varie attività ludiche, culturali e spirituali (scuola di ballo, attività teatrale, gite, visite a musei, teatro, corsi di formazione lasalliana locali, ritiri spirituali, momenti di preghiera, adorazione del Santissimo). Nei giorni festivi, dopo la partecipazione alla S. Messa nella Cappella dell’Istituto, ci si intrattiene per una/due ore per un sereno scambio di affetto ed amicizia.

La formazione è curata dall’Assessore Fratel Marino Iannini, dall’assistente spirituale don Salvatore Vitiello, ed in particolare per la formazione dei genitori, dal direttore del Centro di Pastorale Fratel Gabriele Di Giovanni e da qualificati membri del CENPIS (Centro di Psicologia Specialistica)

All’interno dell’Associazione, fra i soci, si è creato un grande affiatamento, uno spiccato senso di solidarietà ed amicizia che valica le stesse mura dell’Istituto. Si riscontrano leali e costruttivi rapporti, senza arrivismi o protagonismi, con il risultato che l’auspicata “Comunità di fede” possa rafforzarsi ogni giorno di più.